DESIGNER BIO

Sabrina Bonatesta, womenswear fashion designer di Brindisi e del mondo.
Nel 2019 conclude il suo percorso di laurea in Fashion Design presso la Ravensbourne University of London debuttando alla Graduate Fashion Week con la collezione “ME & TE(A)”: un incontro tra surreale, sostenibile e artigianale. Questa collezione è stata pubblicata nella decima edizione di Vogue Talents Settembre 2019 riconoscendola come uno dei migliori talenti emergenti del Regno Unito.
Nonostante le sue esperienze lavorative tra Londra, Parigi e Milano, il successo di Me & Te(a) ha spinto la designer a tornare nella sua terra madre e lanciare il suo brand indipendente Be Nina.

STORIA DEL BRAND

Be Nina è un brand sostenibile, artigianale e surreale nato in Puglia nel 2021.
Il nome stesso deriva dal nomignolo “Binina” assegnato alla designer Sabrina durante la sua infanzia, esso è divenuto in seguito “to be niña” (“bambina” in spagnolo) fino ad arrivare a “Be Nina”.
Infanzia, una parola fondamentale nel processo creativo della designer la quale, persa nella sindrome da Peter Pan, spesso attinge inspirazioni da abiti di fanciulli di altri tempi, dai ricordi del suo passato e da antichi giocattoli.
L’unicità del brand nasce dall’up-cycling di antichi materiali della tradizione pugliese come centrini, lenzuola, tovaglie e asciugamani ricamati a mano.
Debuttando ufficialmente nel 2019 alla Graduate Fashion Week di Londra, ad oggi Be Nina ha già lanciato 3 collezioni womenswear. Nel 2022 prende parte ad ALTAROMA SHOWCASE e RUNWAY con la collezione “LA UASCEZZE”. Successivamente nel 2023 partecipa alla MILANO FASHION WEEK come uno dei 9 migliori designer sostenibili.